Comportamenti problema, prospettive verso il cambiamento

Relatore: Alessandra Maglio

Comunicare è uno dei cardini delle relazioni, di conseguenza un elemento fondamentale della stima di sé. Lavorare per favorire un clima sereno per tutti all’interno della classe, adottando regole comportamentali proposte in maniera  differente dalle solite regole imposte negativamente, serve a favorire e a far accrescere momenti di reciprocità, a migliorare il rapporto di collaborazione tra alunni e docenti. Creare delle occasioni in cui ci si stacchi dalla routine della lezione frontale per attivare nuove strategie, volte a  sviluppare l’attenzione e la Amotivazione.

Il disegno: un sistema complesso

Relatore: Silvia Mercanti

Interpretazione o comunicazione? Insieme di tratti e colori, fotografia di uno stato mentale, rappresentazione grafica di emozioni personali, espressione di eventi di vita… o SOPRATTUTTO… gioco?!

La gestione delle relazioni tra colleghi, genitori, alunni: aspetti operativi e modelli di riferimento

Relatore: Giuliano Franceschini

I recenti episodi di violenza nelle scuole necessitano di un accurato lavoro di riflessione e di definizione di strategie operative, senza il quale si rischia di darne una lettura approssimativa e di senso comune.

Nell’incontro cercheremo di interpretare tali episodi attraverso una lettura pedagogica, sociale, culturale, per arrivare alla definizione di alcune strategie operative. L’ipotesi di base consiste nel considerare un gruppo, di colleghi, alunni, genitori, come un insieme di individui che non evolve naturalmente verso la coesione e la cooperazione, ma che necessita invece di un’attenta regia in grado di attivare, sui tempi lunghi, gli aspetti cognitivi ed emotivi in grado di sviluppare il senso di appartenenza ad una comunità educativa.

BES e la sfida dell’inclusività tra complessità e approccio globale

Relatore: Federico Fenzio

I Bisogni Educativi Speciali secondo l’approccio funzionale richiedono una nuova mentalità pedagogica. Si tratta di un cambiamento culturale, a volte faticoso, mirante a superare un approccio “medicalizzante” che congela l’alunno nelle sue mancanze piuttosto che valorizzare le sue risorse.

A pochi anni dalla Direttiva Ministeriale del 2012 e successive integrazioni, l’intervento farà il punto sullo stato dell’arte, fornendo agli insegnanti strumenti concreti per porsi all’interno della sfida inclusiva, ancora decisamente aperta.

Il minore autore e vittima di reato

Relatore: Federico Fenzio

Come prevenire abusi e maltrattamenti attraverso il riconoscimento di indicatori aspecifici segnalando all’Autorità Giudiziaria e/o ai Servizi territoriali preposti. Gestire e prevenire fenomeni di bullismo e cyberbullismo, secondo le prescrizioni delle recenti normative. I temi richiedono da parte degli insegnanti, pubblici ufficiali professionisti dell’educazione, una particolare attenzione e sensibilità, nell’intricato  equilibrio tra allarmismo e minimizzazioni a volte strumentali.

Alleanza educativa

Relatore: Federico Fenzio

Che cos’è la relazione educativa e quali sono gli elementi imprescindibili che la contraddistinguono? Insegnanti e genitori, a partire dal loro mandato specifico, possono e devono costruire un linguaggio comune attraverso cui educare, superando reciproche delegittimazioni e colpevolizzazioni. L’intervento presenterà un manifesto educativo  scuola/famiglia che può essere introdotto nel contesto della corresponsabilità educativa, fornendo strumenti agli insegnanti per coinvolgere i genitori.

Metodo Venturelli: una didattica innovativa per la Scuola dell’Infanzia

Relatore: Alessandra Venturelli

Un percorso graduale e unitario di attività che coinvolge i bambini nelle varie aree di esperienza, motorie e percettive, prima ancora che grafiche. Tutto questo per portare a familiarizzare in modo giocoso e coerente con segni, cifre, forme geometriche e lettere, attraverso un Metodo che potrà poi essere riutilizzato, in una logica di continuità, nella Scuola Primaria.

Educazione emotiva

Relatore: Marco Moschini

Il bullismo nasce, di solito, da una personalità trascurata e insicura la quale vive un senso di inferiorità che proietta sul più debole. Avere la capacità empatica di “mettersi nei panni degli altri” permette di non far prevalere sempre e comunque i propri interessi.

Crescere è una bella storia

Relatore: Marco Moschini

Le produzioni fantastiche non allontanano il bambino dalla realtà ma, dissacrandola, la rendono più abbordabile e lo aiutano a starci meglio. Le letture che gli vengono offerte si traducono nella costruzione di un immaginario personale capace di renderlo più forte.

Come costruire lapbook nella Scuola dell’Infanzia

Relatore: Michela Albertini

L’incontro vuole offrire agli insegnanti della Scuola dell’Infanzia gli strumenti teorici e pratici per comprendere le potenzialità del lapbook come strumento di esperienze creative e di apprendimento, da realizzare insieme ai bambini di età 3–6 anni.

  • 1
  • 2

Contattateci

Hai delle domande? Vuoi inviarci dei suggerimenti o un tuo progetto?
Inviaci un'e-mail o un messaggio sui nostri account social.

Copyright © Raffaello Libri S.p.A. | Sede Legale: Via dell'Industria - 60037 - Monte San Vito (AN) - R.I. Ancona, C.F. e Partita IVA 01479570424 - REA AN-145310 - Capitale Sociale € 1.000.000,00 i.v.