Amo leggere – consumatori felici di storie

Relatore: Flavia Franco

La ludodidattica, ben presente all’interno delle Indicazioni Nazionali, rappresenta uno strumento per sperimentare, manipolare, creare, giocare, apprendendo per via pratica.

Come sottolineato dalle parole del magico Gianni Rodari: “il gusto della lettura scaturisce tra i ragazzi e i libri solo se l’incontro avviene in una situazione creativa, dove conta la vita e non l’esercizio”. È questo il filo conduttore di tutte le proposte legate alla serie Amo leggere: attività ludiche, creatività, giochi, laboratori, divertimento,  elementi chiave per condurre il bambino, senza sforzo, a diventare un “consumatore felice di storie”.

Rime, filastrocche e canzoni

Relatore: David Conati

Giocare con le parole, con le rime e le assonanze fino a realizzare un brano rap. Suggerimenti pratici su come si scrive una filastrocca partendo da qualsiasi spunto, con bambini di tutte le età (la tecnica è la stessa, cambierà il linguaggio usato dai ragazzi), strutture ritmiche, due accenni sulla metrica e, cosa non trascurabile, verrà svelato un segreto segretissimo: come si trasforma una filastrocca in una ballata musicale anche senza conoscere la musica.

Scritture, riscritture, traduzioni e parodie

Relatore: David Conati

“Non ci sono più trame originali”: affermazione vera o sbagliata? E se non ci sono più trame originali come si fa a far sembrare una “trama” nuova? E perché serve saper smontare una storia per comprendere come e dove sono i punti focali? Perché è importante una lista fatta bene?

Ovvero come si legge, si smonta, si riscrive “seriamente” un testo, o come si riscrive “scherzandoci  sopra”, sia utilizzando la forma  canzone che il segno grafico, scoprendo scenari inediti e, soprattutto, divertendosi parecchio.

Proposte per organizzare e strutturare un laboratorio di teatro a scuola

Relatore: David Conati

Potrà sembrare paradossale ma più i ragazzi sono “informatizzati” e più è utile recuperare a scuola uno spazio in cui imparino a relazionarsi tra loro. Imparino a usare il corpo, lo spazio e la voce e soprattutto a vincere la propria timidezza.

Il seminario non si prefigge di trasformare alcun docente in un regista professionista, ma può fornire strumenti validi per approcciarsi dinamicamente al linguaggio teatrale, aiutando a definire tempi, modi, spazi, risorse e azioni.

  • 1
  • 3
  • 4

Contattateci

Hai delle domande? Vuoi inviarci dei suggerimenti o un tuo progetto?
Inviaci un'e-mail o un messaggio sui nostri account social.

Copyright © Raffaello Libri S.p.A. | P. IVA 01479570424 | Dati Societari | Privacy Policy | Cookie Policy